Emergenze

CARITAS ITALIANA VICINA ALLE POPOLAZIONI DELLO SRI LANKA E DELLE FILIPPINE

Nuove forti scosse di terremoto hanno colpito nei giorni di Pasqua le Filippine, provocando almeno 16 morti e centinaia di feriti. «La Chiesa filippina attraverso NASSA (Caritas Filippine) – ha dichiarato il Segretario generale padre Edwin Gariguez – sta continuando a coordinarsi con le diocesi colpite per valutare le conseguenze dei terremoti avvenuti nelle regioni di Luzon e Visayas. Il nostro team di primo intervento è pronto ad operare in base alle richieste delle Diocesi, in coordinamento con gli altri soccorritori per ottimizzare risposte e risorse».

Sempre nel Sud-est asiatico non si attenua l’eco dei tragici attentati che hanno sconvolto lo Sri Lanka, causando finora 321 morti e 520 feriti nella capitale Colombo. «Caritas Sri Lanka – ha dichiarato Peppe Pedron, referente di Caritas italiana per l’Asia meridionale – finora ha distribuito un po’ di cibo alle persone colpite e sta partecipando a riunioni con il governo e i rappresentanti di altre religioni. Giovedì prossimo in particolare sarà ad un incontro insieme a cinque altri organismi (tra cui l’Università Cattolica) per organizzare sostegno psicologico e counseling per le famiglie delle vittime, per i testimoni o per chi è arrivato dopo per portare soccorsi. Una volta fatta l’analisi dei bisogni si capirà come intervenire: la priorità sono ora le persone, poi si penserà alla ricostruzione delle chiese, per le quali verranno fatte specifiche raccolte fondi. Sicuramente arriveranno aiuti dall’estero».

Continua a leggere sul sito Caritas Italiana:
Sri Lanka e Filippine

IL CICLONE IDAI METTE IN GINOCCHIO L’AFRICA AUSTRALE
Mozambico
Oltre un milione e mezzo le persone colpite in Mozambico, Zimbabwe e Malawi. Caritas in campo per avviare i primi interventi.Una vasta area tra Mozambico, Zimbabwe e Malawiè stata colpita dal ciclone Idai dopo settimane di piogge torrenziali e alluvioni. Nonostante le cifre ufficiali siano ancora in aggiornamento, la situazione sul posto è definita “terrificante”: oltre 200 vittime già registrate, ma le stime parlano di più di 1.000. Complessivamente sono più di un milione e mezzo le persone colpite, centinaia di migliaia gli sfollati, case e edifici pubblici distrutti, strade bloccate con diverse zone ancora inaccessibili. Ancora una volta i Paesi più poveri subiscono le conseguenze peggiori dell’aumento di intensità e frequenza delle catastrofi ambientali, provocate anche dai cambiamenti climatici.

Continua a leggere sul sito Caritas Italiana:
Ciclone IDAI mette in ginocchio l’Africa Australe

TERREMOTO CENTRO ITALIA: le voci diventano laboratorio di speranza
Terremoto ItaliaGrazie al Laboratorio della Speranza, nella diocesi di Ascoli Piceno, nei vari comuni colpiti dal sisma del 2016 sono state realizzate iniziative educative, di formazione, anche professionale, e di accompagnamento.

Continua a leggere sul sito Caritas Italiana:
Terremoto in centro Italia

SIRIA: IL CORAGGIO DEL DIALOGO
Dossier Caritas a 8 anni dall’inizio del conflitto
Siria
“Beati i costruttori di Pace. Il coraggio del dialogo per una riconciliazione che parta dalle vittime”. È questo il titolo del 45° Dossier con dati e testimonianze (DDT) realizzato da Caritas Italiana e pubblicato on-line (.pdf) nell’ottavo anniversario dell’inizio del conflitto in Siria.

Continua a leggere sul sito Caritas Italiana:
Siria il coraggio del dialogo