Mostra fotografica – PROGETTO ESPERANCE in Burkina Faso

Dal 14 ottobre fino al 14 novembre presso la sede del CVCS a Gorizia in via Bellinzona 4 ha luogo una mostra fotografica sul Progetto Esperance.

L’esposizione fotografica ha lo scopo di raccontare un progetto di rinascita e riscatto di alcuni sofferenti psichici che vivono in Burkina Faso. Il progetto aveva l’obiettivo di creare dei percorsi di inserimento sociale e lavorativo nell’ambito agricolo per giovani adulti sofferenti psichici della città di Bobo-Dioulasso in Burkina Faso. Le famiglie e la collettività in Burkina Faso possiedono una cultura tradizionale e falsata da credenze relativamente al disagio mentale (confuso spesso con possessione demoniaca o manifestazione di un rito magico); l’internamento, l’abbandono, la segregazione, la reclusione carceraria, l’incatenamento ad alberi o in ambienti chiusi delle abitazioni vengono spesso adottate come soluzioni al comportamento deviante anche in presenza di disturbi lievi e/o temporanei, ma le mancate cure e l’assenza di programmi di reinserimento sociale accrescono il problema ed il suo impatto sociale.
Nella città di Bobo Dioulasso è presente l’Ospedale Universitario che dal 1958 ha avviato il primo reparto a livello nazionale specifico per l’accoglienza di pazienti affetti da disagio psichico. Dal 2014 è attivo per volontà della Diocesi locale, il Centre Notre Dame de l’Esperance gestito dall’associazione Saint Camille, promotrice di numerose e positive esperienze di recupero e reintegrazione di malati psichici in diversi paesi africani.
Attualmente il Centro ospita circa 80 residenti di cui più di 40 hanno risposto positivamente al periodo di cura e sono ritenuti in grado di intraprendere un percorso professionalizzante. Il progetto Esperance intende dunque migliorare la condizione di vita di questo gruppo di ospiti che, a differenza di quanti vengono presi in carico dalle famiglie, possono regredire o peggiorare nel caso di inattività o mancanza di un’occupazione permanente. Da qui la necessità di creare un centro per l’ergoterapia e la reintegrazione che possa offrire agli ospiti l’opportunità di riacquistare gradualmente una vita dignitosa ed indipendente anche dal punto di vista economico.
Il Progetto Esperance è un’iniziativa della Organizzazione non Governativa goriziana CVCS che trova il sostegno della legge regionale 19 sulla Cooperazione Internazionale decentrata e della Caritas diocesana.